Obiettivi

Obiettivo generale Favorire l’istituzione del tavolo di dialogo sociale europeo del turismo incoraggiando gli scambi e le sinergie tra gli attori sociali di tutta la filiera, a partire dalla condivisione di azioni per la lotta allo sfruttamento sessuale dei minori nel turismo e l’attuazione della Direttiva 2011/92/UE sul tema.
Obiettivi specifici Promuovere il dialogo tra le associazioni datoriali e sindacali della filiera del turismo, associazioni non governative attive nel campo della difesa dei minori soggetti portatori di interesse in tema sviluppo sostenibile e responsabile del turismoAnalizzare le modalità con cui i servizi e i canali del turismo vengono utilizzati per scopi impropri e identificare i cambiamenti legati all’uso delle tecnologie di informazione e comunicazioneCensire le buone pratiche che le parti sociali individualmente o collegialmente hanno messo in campo per prevenire e contrastare il fenomeno.

Dotare l’industria del turismo di strumenti innovativi e pratici per il contrasto allo sfruttamento sessuale dei minori lungo tutta la filiera

Promuovere la diffusione di tali strumenti all’interno delle federazioni europee sindacali e datoriali operanti nei vari comparti del turismo

Favorire la definizione di una posizione comune e di un piano di azioni concrete per lavorare congiuntamente per uno sviluppo del turismo sostenibile e responsabile nei confronti dei bambini.Risultati e attività-       Analisi della situazione attuale, dei cambiamenti intervenuti e delle sfide da affrontare;-       Individuazione delle politiche, delle misure e delle pratiche adottate a livello nazionale ed europee contro lo sfruttamento sessuale dei minori;-       Una “cassetta degli attrezzi” per gli operatori dei servizi turistici, composto da: materiale formativo e informativo per i lavoratori e le lavoratrici dei vari comparti del settore; linee-guida per le direzioni aziendali; un’etichetta di responsabilità da applicare ai contratti del turismo che rispettano determinate regole;

-       Incontri tra le parti sociali europee operanti lungo tutta la filiera del turismo finalizzati alla condivisione di una posizione comune e alla definizione di un piano di azione per favorire l’attuazione della direttiva comunitaria contro lo sfruttamento sessuale dei minori nei propri ambiti di competenza;

-       Incontri tra le associazioni datoriali/sindacali e i principali stakeholders del turismo responsabile per favorire la costruzione di reti e sinergie;

-       Elaborazione di materiale disseminativo

Persone di riferimento FILCAMS CGIL: 

Gabriele Guglielmi – Stefania Radici – Gianluca Iacoangeli

Lingua

close
Collegati Collegati Collegati